Coordinamento dell’Osservatorio
Gruppo Locazioni Procedurale
Gruppo Redazione OGC
Gruppo Mediazione e conciliazione
Gruppo Organizzazione e PCT
Gruppo Stage
Gruppo spese di giustizia e tariffe
Gruppe Trattato di Lisbona
Gruppo Giudice di Pace
Gruppo Danno alla persona
Gruppo Diritto del Lavoro
Gruppo Consulenza tecnica
Gruppo Persone e Famiglia
Protocollo PCT
Assemblea Nazionale degli Osservatori - 2013
Programma di lavoro del Gruppo Consulenza Tecnica
Nuova costituzione di Gruppi di Lavoro
Locazioni - Protocollo del processo
Programma della Assemblea Nazionale degli Osservatori sulla Giustizia Civile 2011
MOZIONE GRUPPO ORGANIZZAZIONE
MOZIONE GRUPPO CONCILIAZIONE
Progetto Nausicaa
Il processo telematico
Crisi dei tribunali e crisi della città: prospettive di riscostruzione nell’Europa dei diritti’
Primi materiali per l’Assemblea Nazionale 2010
Osservatori in assemblea - Informatica e conciliazione sotto i riflettori
Titolo 168
Titolo 167
Titolo 166
Titolo 165
Titolo 164

Rassegna Stampa
Oggi la firma dell’accordo fra le associazioni e i sindacati. Un patto per la giustizia tra giudici e avvocati
da Italia Oggi del 9 luglio 2009
09.07.2009
Procedure più snelle e organizzazione più efficiente. Stop ai tagli di personale e migliore qualificazione dei lavoratori, maggiori risorse finanziarie e realizzazione del processo telematico, sempre annunciato ma esistente solo... «sulla carta». Ruolo più attivo per l'avvocatura e riforma forense, in linea con la funzione costituzionale. Nuovo assetto e tutela previdenziale della magistratura non togata, razionalizzazione della geografia giudiziaria.Sono i punti più significativi del Patto per la giustizia e per i cittadini che verrà firmato oggi nell'aula magna della Corte di cassazione fra le associazioni di tutte le magistrature (a cominciare dall'Anm), l'Organismo unitario dell'avvocatura e le maggiori sigle sindacali dei lavoratori (Fp-Cgil, Uilpa-Uidag, Flp, Rdb-Cub) e dei dirigenti della giustizia. Più che le proposte concrete rivolte al governo, la maggiore novità sta proprio nell'ampiezza dei sottoscrittori: tutto il mondo della giustizia, non di rado con interessi contrapposti, pur nell'unicità dell'obiettivo (la funzionalità della giustizia), ha saputo convergere su un «pacchetto» di proposte concrete e chiede al governo «un progetto condiviso, capace di far funzionare la giustizia in un paese civile».Ad avviare il processo, giusto un anno fa, ricorda il presidente dell'Anm, Luca Palamara, fu il taglio di risorse e organici del settore pubblico, giustizia compresa, compiuto dal dl 112/2008, quindi l'Appello per la giustizia del 21 luglio 2008 e poi la Giornata nazionale del 5 maggio scorso, alla quale intervennero anche il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, e il segretario generale Cgil, Guglielmo Epifani: «L'obiettivo», spiega il presidente dell'Associazione magistrati, «è garantire ai cittadini la ragionevole durata dei processi. L'inefficienza non è un risparmio, ma un costo e uno spreco di risorse». Per Maurizio de Tilla, presidente dell'Oua, «l'ammodernamento del sistema-giustizia deve essere accompagnato dallo stanziamento adeguato di risorse umane e strutturali. Oggi non si fornisce ai cittadini un servizio efficiente e negli ultimi anni, con governi di ogni colore, abbiamo assistito a tagli indiscriminati alle risorse. È ora di invertire questa tendenza, specie in una fase di crisi economica. Non possiamo che ribadire, infine, l'urgenza di una riforma dell'ordinamento forense, per garantire all'avvocatura un ruolo in linea con la funzione costituzionale e la necessità di un serio intervento di razionalizzazione e valorizzazione della magistratura onoraria».
 
Spunti e proposte in tema di fase iniziale rito ordinario civile di cognizione: elementi prassi
Decisione e motivazione
Il problema dell’esibizione di documenti nel codice di rito italiano
Protocollo per le udienze civili del Tribunale di Firenze “ Testo modificato ed aggiornato alla luce delle leggi n. 80 e n. 263 del 2005 e delle esperienze degli altri Osservatori.
Conclusioni
Osservatorio sulla Giustizia Civile di Firenze - info@osservatoriogiustiziacivilefirenze.it